GRUPPO CICLOESCURSIONISMO



Dal Documento Programmatico per la Costituzione della Commissione LPV (Ligure – Piemontese – Valdostana)
di Cicloescursionismo

L’escursionismo con la MTB può essere lo stimolo a percorrere sterrati, mulattiere e sentieri a quote medio-basse, riscoprendo quella fascia montana un tempo sede della vita rurale; la MTB allora può diventare anche l’occasione per visitare villaggi abbandonati, scoprendo le tracce di una civiltà alpina che si è sedimentata in lunghi secoli di lavoro collettivo e che ora, con l’abbandono dei luoghi, rischia di essere dimenticata.

In questo si ritrova l’essenza della conoscenza quale componente dell’alpinismo, ai sensi dell’art. 1 dello statuto CAI: la MTB può fornire nuove motivazioni per ulteriori conoscenze dell’ambiente montano.

La MTB è strumento ideale per percorrere l’antica rete viaria della media e bassa montagna; si possono così mantenere aperti e puliti anche i percorsi prealpini, che rischiano di essere abbandonati e divenire impraticabili persino a piedi, offrendo motivo per un loro recupero e manutenzione.

La MTB, secondo lo spirito del CAI, non presuppone l’utilizzo di impianti meccanici di risalita; al contrario si pone in alternativa ai mezzi motorizzati per l’avvicinamento all’ambiente montano: lasciando l’auto a valle si può accedere alle quote più elevate percorrendo le strade di montagna senza inquinamento di sorta.


Guarda il PROGRAMMA GITE MTB 2018


COMMISSIONE:

Guido APOSTOLO – Claudio FORNERO – Massimo PEVERADA
Roberto SAVIO – Paolo VARETTO